Il 23 Maggio sarà giornata nazionale per la sicurezza stradale… anche grazie al COMITES

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il consigliere Lorenzo Bugli ha ringraziato le istituzioni e associazioni che come il COMITES hanno ben operato sul territorio per la sicurezza stradale. Finalmente vediamo approvare la nostra idea di una giornata nazionale della sicurezza stradale, che sarà il 23 MAGGIO di ogni anno . Grazie per la bella notizia e a presto per continuare un iter già più volte indicato, e che speriamo sarà messo in essere, perché sia riconosciuta la nostra dedica a Michael Antonelli, che suo malgrado da a noi le dimensioni di una mancata prevenzione, proprio lui grande campione sfortunato, ha fatto le spese di mancati accorgimenti sul percorso stradale nella visione di prevenire, per curare il meno possibile.

Ricordiamo gli venti nei quali il COMITES ha sensibilizzato la cittadinanza e nelle quali si promuoveva una mentalità nuova e un giorno simbolo.

Ordine del Giorno

Il Consiglio Grande e Generale

Accogliendo con favore l’impulso propositivo della Consulta delle Giunte di Castello sul tema della sicurezza stradale, l’impegno profuso per sensibilizzare le Istituzioni e la cittadinanza sulla tematica e per l’implementazione di dispositivi di sicurezza stradale;

preso atto dei contenuti del “Rapporto sull’incidentalità stradale in territorio sammarinese per gli anni 2009-2018” elaborato dall’Osservatorio sull’incidentalità stradale;

considerata l’adesione della Repubblica di San Marino, attraverso il focal point dell’Authority sanitaria, al Decennio di azione per la sicurezza stradale dell’ONU;

considerato altresì che l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile individua la sicurezza stradale quale prerequisito per garantire una vita sana, promuovere il benessere e rendere le città inclusive, sicure, resilienti e sostenibili; evidenziando l’importanza di favorire una sempre maggiore consapevolezza sul tema della sicurezza stradale  istituisce  la Giornata Nazionale della Sicurezza stradale  indica  il 23 maggio di ogni anno quale data della “Giornata Nazionale della Sicurezza Stradale” impegna

il Congresso di Stato  e, in particolare, la Segreteria di Stato per gli Affari Interni, la Segreteria di Stato per la Sanità, la Segreteria di Stato per il Territorio l’Ambiente e l’Agricoltura, la Segreteria di Stato alla Pubblica Istruzione, Cultura e Politiche Giovanili, alla realizzazione di iniziative di carattere istituzionale e culturale in occasione di detta giornata,

invita

altresì le Giunte di Castello, gli istituti scolastici, le associazioni e tutte le organizzazioni a collaborare fattivamente alle iniziative pubbliche e ad implementarne di proprie, per creare momenti e percorsi specifici di approfondimento.”.

Qui di seguito l’intervento del consigliere Bugli in CGG :

Grazie Eccellenze,

oggi in questo mio breve intervento, vorrei porre l’attenzione su un tema importante ovvero la sicurezza stradale all’interno del nostro Paese.

Partendo dai dati rilevati dal “Rapporto sull’incidentalità stradale in territorio sammarinese per gli anni 2009 – 2018” ovvero l’ultimo presente all’interno del sito del ufficio statistica.

E parliamo di numeri : Il quinquennio 2014-2018 ha registrato 153 incidenti in meno (-20,7%) rispetto al quinquennio precedente e ben 245 feriti in meno (-25,7%). La maggior diminuzione proporzionale del numero dei feriti rispetto al numero degli incidenti, porta ad una conseguente diminuzione dell’indice medio di lsività (Feriti/Incidenti) quinquennale: 120,42 nel periodo 2014-2018 mentre nel quinquennio precedente era 128,93.

I dati analizzati, mostrano che l’aspetto della sicurezza stradale è nettamente migliorato negli ultimi anni, anche se il dato dei decessi aumenta, infatti, nel periodo 2014-2018 si sono registrati più decessi (10) rispetto al periodo precedente (6). Si tratta di piccoli numeri per cui è difficile individuare una tendenza per la mortalità, anche se, in tre degli ultimi quattro anni si sono registrati 3 decessi all’anno.

Quindi possiamo dire che analizzando i dati che provengono dal grande lavoro portato avanti dalle nostre forze di polizia (Polizia Civile, Gendarmeria e Guardia di Rocca) che la sicurezza stradale sta migliorando, ma questo non ci deve fermare perché il lavoro da fare è ancora tanto, non solo per rendere le nostre strade più sicure ma anche per insegnare ai nostri giovani come vivere la strada e anche che visione noi vogliamo promuovere delle nostre strade con un’ottica e un attenzione non solo alla sicurezza ma anche alla sostenibilità! E per questo il contributo a formare i giovani in tal senso sarà fondamentale, come di fatto sta già facendo la nostra Università e come invito la commissione per le Politiche Giovanili a sviluppare incontri nelle scuole e nei luoghi di maggior agregazione.

Voglio ringraziare in questa mia breve premessa che porterà mi auspico ad ulteriori ragionamenti, chi in questi anni si è sempre adoperato con impulso propositivo sul territorio per l’importante tema della sicurezza stradale, e mi riferisco alle nostre Giunte di Castello, il COMITES e tutte le associazioni culturali come l’AMI Onlus e tante che hanno collaborato nel reperire dati e proposte per migliorare le tante problematiche che ancora ci attanagliano.

A questo proposito come concordato in ufficio di presidenza a nome del mio partito assieme a tutte le forze politiche presenti in quest’aula viene presentato un ordine del giorno per istituire la Giornata Nazionale della Sicurezza Stradale con conseguenti iniziative, quindi Eccellenze darei lettura di quest’ordine del giorno sottoscritto all’unanimità.

Consigliere Lorenzo Bugli

 

 

 

Author: Diego Renzi