Il COMITES si confronta con la Liguria, per le vaccinazioni ai frontalieri

Il COMIITES è da tempo che sollecita le istituzioni Italiane per un trattamento equo dei cittadini frontalieri, sul discorso delle vaccinazioni. Ci si augura di poter fare da trait d’union fra i due stati per gestire al meglio questa situazione, che potrebbe essere congeniale a tutti. Ci auguriamo di avere al più presto ascolto alle nostre continue sollecitazioni.

Alcune risposte intanto ci sono giunte e le alleghiamo qui sotto:

Il MAECI ha sottoscritto un protocollo con il Ministero della Salute e con l’Agenzia Italiana del Farmaco, che indica la procedura per l’accesso alla vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19 per i soggetti aventi diritto ai sensi dell’articolo 2 del DPR 31 luglio 1980 n.618.
Tra costoro, rientra un nutrito gruppo di connazionali all’estero: si tratta in particolare di lavoratori temporanei, lavoratori che abbiano temporaneamente perso il lavoro, titolari di pensione italiana o di borsa di studio, altri dipendenti pubblici (oltre ai dipendenti MAECI) e loro familiari.

Per tutti gli aventi diritto all’assistenza sanitaria ex art.2 del DPR 618/80, il protocollo prevede:

a) la possibilità di prenotare la vaccinazione e rientrare in Italia, in base alle tempistiche stabilite per la vaccinazione delle diverse categorie individuate dal Piano Strategico Vaccinale Nazionale e secondo le disposizioni normative per gli spostamenti da e per l’estero in vigore al momento della data stabilita per la somministrazione vaccinale;

b) la possibilità di aderire autonomamente a Piani Vaccinali Nazionali locali, laddove presenti nei paesi di accoglienza, anche ove suddetti piani vaccinali riguardino la somministrazione di vaccini al momento NON autorizzati in Italia o in ambito europeo. In questo caso, le eventuali spese e/o ticket derivanti dall’accesso alla vaccinazione in loco dovranno essere trasmesse per il tramite delle rappresentanze diplomatico-consolari competenti – come già avviene per i rimborsi delle spese sanitarie ex DPR 618/80;

NON sono invece consentiti rimborsi ex DPR 618/80 per acquisti individuali di dosi di vaccino non rientranti nell’ambito dei Piani Nazionali Vaccinali locali: e ciò, in analogia a quanto previsto per gli italiani residenti in Italia, cui non è al momento consentito l’accesso a vaccini diversi da quelli individuati dal Piano Strategico Vaccinale Italiano.

Qui di seguito la Stampa:

Il tema dei vaccini ai frontalieri è stato al centro del video incontro tra il vicepresidente del Comites San Marino Alessandro Amadei ed il segretario dell’Associazione Frontalieri Autonomi Intemeli Roberto Parodi. Il segretario Parodi ha espresso grande soddisfazione per l’importante risultato raggiunto dalla Regione Liguria che a fine marzo è riuscita a vaccinare 4.900 lavoratori frontalieri, il 70 % del totale. La situazione epidemiologica dell’estremo Ponente e della Costa Azzurra – spiega in una nota – è particolarmente delicata, al punto tale da rendere le probabilità di contagio molto elevata anche nelle aziende transalpine. Per questo motivo, la Regione Liguria ha deciso di intervenire tempestivamente.

Amadei sottolinea che anche i 6.000 frontalieri di San Marino, che sono una grande risorsa per l’economia e lo sviluppo dei territori di confine, meriterebbero la stessa attenzione e lo stesso trattamento ricevuti dai loro colleghi liguri. In tale prospettiva sarebbe il caso che la Regione Emilia Romagna e la Regione Marche promuovessero ogni iniziativa, sociale, politica e sanitaria atta alla piena integrazione dei loro lavoratori frontalieri nei paesi confinanti, seguendo il modello della Liguria.

https://www.sanmarinortv.sm/news/attualita-c4/vaccinazioni-ai-frontalieri-al-centro-dell-incontro-tra-il-comites-e-l-associazione-ligure-a204335?fbclid=IwAR2R4Tci30NmGyIkZvEy-1d1uX2K7QcnY-0D-yNSPlhwtKik2Fj-qSJ8kvk

https://primalariviera.it/cronaca/frontalieri-ecco-come-prenotare-il-vaccino-scarica-il-modulo/

https://www.sanmarinortv.sm/news/comunicati-c9/vaccinazioni-ai-frontalieri-al-centro-dell-incontro-tra-il-comites-e-l-associazione-frontalieri-autonomi-intemeli-a204333?fbclid=IwAR2pjY_Jr48x9U6sIjyOyH51ydjycxlTzvwNEqxFbg5gXNH-hJustw8j9UA

Author: Diego Renzi